La mia mano sinistra

L’analgesico è un ago di plastica nel braccio che ti fa più male della parte che ti fa male (by MaGuar)

Eccomi qui su questa poltrona del pronto soccorso a scrivere un post per passare il tempo.

Con la mano sinistra perché a destra ho un aggancio nella vena per farmi, credo, una pera di analgesico.

Ho avvertito un dolore lancinante alla nuca, dopo tre giorni di dolore dietro l’orecchio sinistro. E quando si ha un babbo che ha avuto una meningite pneumococcica, e quando hai letto per un mese pagine web su encefalite, meningite, aneurismi, emorragie, eh beh, insomma: un po’ di ansia ti viene.

La verità è che penso di avere dei problemi alla cervicale. E di aver avuto un attacco di panico per un linkage che la mia testa ha fatto con le letture di cui sopra.

E penso di essere ipocondriaca.

E di stare diventando come mia mamma.

E che ora che finalmente sto imparando a vivere e a fare i thanksgiving days ogni settimana, morirò.

E che sono mia mamma.

E che la Huawei dovrebbe inserire il blocco minori per internet. Così bloccherei tutti questi siti come farmaco e cura, my personal trainer, medici Italia, sanihelp. Le pagine mediche di Wikipedia. Il forum salute e quello sul lutto di alfemminile. 

E magari già che ci sono anche il forum di orizzonte scuola, generatore di ansie lavorative che innescano reazioni psicosomatiche.

Bloccherei anche tutte le ricerche che hanno un nome di malattia, dai da me cliccatissimi sclerosi e tumore, fino a quelle più random ma che non nego di aver cercato come la Corea di Hungtinton, il morbo di Chron, linfoma non Hodgkin, bilirubina alta e una malattia del sangue che pensavo avesse il mio babbo e di cui non ricordo il nome.

Tuttavia pure cercando cose semplici e neutre come: mal di testa  arrivano risultati agghiaccianti, per una ipocondriaca.

Non ho mai cercato lupus perché ho sempre ritenuto sufficiente l’esperienza dedotta da sette stagioni su otto di Dr. House. A un certo  punto, spesso all’inizio della diagnosi, uno dei tre assistenti avanzava l’ipotesi che fosse lupus.

Secondo me era una specie di scherzo tra loro, e se potessi vedere le parti tagliate vedrei tutti gli attori e i tecnici e il regista scoppiare a ridere alla battuta del lupus. Sono tutti lì presi dal recitare la loro parte snocciolando malattie imparate a memoria, e poi fuori copione uno di loro, ogni volta, esordisce con “Magari è lupus” come si fa fra vecchi amici dove si dicono sempre le stesse scemenze che però ci fanno tanto ridere. 

L’ago di plastica fa un male boia. E la Huawei da quando ho iniziato a spippolare come potevo questo post non ha inventato ancora l’aggiornamento con il blocco dei siti, malgrado il fuso orario vantaggioso.

E non riesco a ricordare una puntata del Dr. House dove un paziente avesse effettivamente il lupus.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...