Mater #23 Fashion victim, il ritorno

Penombra del salotto, prima di cena. Io e il babbo dormicchiamo beati davanti a una puntata di Omnibus registrata.

Si accende la luce e irrompe mia mamma.

Mater: “Allora, guarda bene: questa l’è la gonna, e questa l’è la camicia. Il golf tu pigli quello della nonna, è nel primo cassetto”.

Io: “Mamma ma di che parli? Che vestiti sono?”

Mater: “Te li metto di lato nell’armadio bell’e imbustati, così non ti sbagli.”

Io: “Eh, ma icché ci devo fare con codesto vestiti!”

Mater: “Ma come che ci devi fare? Per quando muoio, no? Come voglio essere vestita”.

Io: “Ma ora mamma? Ora?”

Mater: “Ora, sì, ora. Cosa fatta, capo ha”

Io: “Fammi vedere un po’ codesta gonna. No, mamma questa la mi garba, non te la metto”.

Mater (incazzata): “Sieee, tu ci sei bell’entrata, trombona… Dai qua, fammi vedere: o via, sì, il margine ci sarebbe per allargartela. Ho bell’inteso, vai. Arrotolami in un lenzuolo”

Io: “Ma di quelli andanti, mica quelli ricamati”

Mater: “A me fai come tu vuoi! Tanto son morta! Mettimi ignuda, e chiudimi la bara!”

Io: “Mamma, ma poi non vuoi essere cremata? Guarda che ti tagliano i vestiti e bruciano solo il corpo eh”.

Mater: “Tagliano i vestiti? Ah no eh, tagliati no! Mica per la gonna, ma il golf no eh! Lo comprai in via Rinaldesca, alla tu’ nonna! Allora tu hai ragione, tu li prendi te! A me va bene il lenzuolo, e la bara chiusa”

Pater: “Eh, ma dopo, nel wated! Fatti buttare nel water!”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...